Campane della Domenica lacrime e ilarità - il drammatico viene ridimensionato dal ridicolo che entra e si svacca in poltrona

Le campane della Domenica, tra lacrime e ilarità.

Le campane della Domenica, lacrime e ilarità: una giornata di riprese all’ insegna dell’instabilità. Tra “vicini di casa” che partecipano inconsapevoli in veste di “comparse audio” a piccioni orgogliosi di essere innamorati, alle campane sincronizzate perfettamente ai comandi “Azione!” del regista.

Succede già nella vita reale: un evento dai presupposti fortemente drammatici viene in qualche modo ridimensionato dal ridicolo, che entra e si svacca in poltrona.

Oggi è una di quelle volte. Stiamo per girare una scena fondamentale, ad alto tasso di intensità; una scena che probabilmente provocherà in sala più di una lacrima. Anche il nostro stato d’animo ben si adatta alla circostanza. Tranne pochi sprazzi di follia, come insegnare alla sceneggiatrice a soffiarsi il naso senza fazzoletto, siamo tutti concentratissimi sul dialogo tra Giovanni e suo padre. La location è di prim’ordine: il magnifico cortile interno di un antico palazzo modenese. L’unico neo è che si gira di domenica, e di domenica la gente sta a casa, si alza tardi, fa colazione con calma, fa le telefonate che non riesce a fare durante la settimana. E un’altra cosa: di domenica, tutte le campane hanno un che di festaiolo che non vedono l’ora di esprimere.

Ecco. Avete idea di cosa sia stato, girare un momento di tale delicatezza, in mezzo a tutto questo trambusto? Aspettare che la signora alla finestra finisse di raccontare le ultime novità all’amica, che le chiese si riempissero e le campane finalmente tacessero, che i piccioni colti da improvviso amore smettessero di tubare, e cose simili?

Noi non siamo una troupe. Siamo supereroi della Pazienza! E abbiamo portato a casa un risultato fantastico!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *